PNRR PA - Pda impianti innovativi

PNRR PA impianti pda acque reflue - Ambiente Impresa

MISSIONE 2

Rivoluzione verde e Transizione Ecologica

Ammodernamento e realizzazione di nuovi impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per lo smaltimento di materiali assorbenti ad uso personale (PAD), i fanghi di acque reflue, i rifiuti di pelletteria e i rifiuti tessili

LINEA C

Decreto ministeriale 396 del 28 Settembre 2021

La Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica” del PNRR prevede investimenti che mirano a migliorare la gestione dei rifiuti attraverso la meccanizzazione della raccolta differenziata e la creazione di ulteriori strutture di trattamento dei rifiuti stessi. Nello specifico, l’obiettivo della linea C è l’ammodernamento e la realizzazione di nuovi impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per lo smaltimento di materiali assorbenti ad uso pesonale (PAD), i fanghi di acque reflue, i rifiuti di pelletteria e i rifiuti tessili.

SOGGETTI AMMISSIBILI E REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ

Possono partecipare alla misura gli Enti di Governo d'Ambito Territoriale Ottimale (EGATO) Operativi o, laddove questi non siano stati costituiti, i Comuni i quali possono partecipare singolarmente o nella Forma Associativa tra Comuni.

PROGETTI DI INVESTIMENTI E SPESE AMMISSIBILI

I progetti di investimento sono riferiti ad un intervento o un intervento integrato complesso in grado di concorrere al raggiungimento degli obiettivi previsti dal PNRR. Nel dettaglio è possibile elencare un esempio di investimenti ammissibili:

  1. la realizzazione di impianti di essicazione dei fanghi provenienti da impianti di depurazione
  1. la realizzazione di impianti di trattamento dei fanghi provenienti da impianti di depurazione mediante miscelazione di fanghi e rifiuto verde tramite compostaggio aerobico e maturazione compost
  1. la realizzazione di impianti di trattamento dei fanghi provenienti da impianti di depurazione previa digestione anaerobica a umido, cattura dei biogas e successiva estrazione del metano
  1. la realizzazione di impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per materiali assorbenti ad uso personale (PAD), rifiuti tessili e di pelletteria

Sono ammessibili le spese delle proposte che riguardano:

  1. Suolo impianto/intervento nel limite del 10% dell'investimento complessivo ammissibile del progetto
  2. Opere murarie e assimilate nella misura massima del 30% dell'importo complessivo degli investimenti ammissibili per ciascuna proposta
  3. Infrastrutture specifiche necessarie al funzionamento dell’impianto/intervento
  4. Macchinari, impianti e attrezzature di cui si riconosce il finanziamento solo per beni nuovi di fabbrica ovvero quelli mai utilizzati e fatturati direttamente dal costruttore (o dal suo rappresentante o rivenditore)
  5. Programmi informatici brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate commisurati alle esigenze produttive e gestionali del servizio, devono riguardare nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi e sono ammissibili solo per la parte in cui sono utilizzati per l'attività svolta nell'unità produttiva interessata dalla proposta
  6. Spese per funzioni tecniche nel limite massimo del 2% dell’importo complessivo della Proposta;
  7. Spese per consulenze nel limite massimo del 4% dell’importo complessivo della Proposta, sono ammissibili le spese che si riferiscono a: progettazioni ingegneristiche riguardanti le strutture dei fabbricati e gli impianti sia generali che specifici, direzione dei lavori, collaudi di legge, studi di fattibilità economico-finanziaria e di valutazione di impatto ambientale, prestazioni di terzi per l'ottenimento delle certificazioni di qualità e ambientali secondo standard e metodologie internazionalmente riconosciuti.

AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI

Il finanziamento massimo erogabile per ciascuna Proposta è pari ad euro 10.000.000,00.

Il finanziamento è concesso nella forma del contributo a fondo perduto per la realizzazione di interventi volti al miglioramento e alla meccanizzazione, anche digitale, della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, fino al 100% dei costi ammissibili.

In assenza di EGATO Operativi, ciascun Comune, sia che operi singolarmente che nelle Forme Associative tra Comuni può presentare:

  • massimo 4 Proposte, se è un Comune capoluogo di Provincia e sede di Città Metropolitana;
  • massimo 2 Proposte, se è un Comune capoluogo di Provincia ma non sede di città Metropolitana, oppure se è un Comune, non capoluogo di Provincia, con più di 60.000 abitanti residenti;
  • 1 Proposta, se è un Comune non capoluogo di Provincia, con un numero di abitanti residenti pari o inferiore a 60.000.

DOTAZIONE FINANZIARIA

Il Plafond destinato alla Linea d’Intervento B è pari a euro 450.000.000,00€.

Tale importo è suddiviso in:

  • 270.000.000,00 € è destinato alle Regioni del centro e del sud Italia (Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Molise, Abruzzo, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna
  • 180.000.000,00 € è destinato alle restanti Regioni e alle Province Autonome di Trento e Bolzano

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

I Soggetti devono presentare le proprie Proposte attraverso la Piattaforma pubblicata nel sito di Invitalia a partire dal 14 Dicembre 2021 e non oltre il 14 Febbraio 2022.


Soluzioni di AMBIENTE IMPRESA

Ambiente Impresa offre:

  • Assistenza personalizzata sulla verifica dei requisiti previsti dal bando
  • Studio di fattibilità dell’intervento
  • Redazione del formulario tecnico
  • Assistenza nella redazione della modulistica del bando
  • Assistenza nella verifica ed invio della documentazione
  • Assistenza e nelle fasi di eventuali richieste di integrazioni nonché rendicontazione e chiusura del progetto
  • Assistenza tecnica e documentale

Vedi anche gli altri Bandi del PNRR dedicati alle PA:

2020 AMBIENTE IMPRESA SRL - C.F./P.IVA.: 03794300925 - REA: CA-298099 - Socio Unico - Cap. Soc. € 10000